Agenda 2030: sviluppo sostenibile e futuro dell'impresa cooperativa

obiettivi2030

Il 5 novembre un appuntamento promosso da Confcooperative Bologna

Come è possibile favorire lo sviluppo delle imprese cooperative del territorio puntando sulla sostenibilità indicata dal programma sottoscritto dall’ONU per la salvaguardia del Pianeta? Confcooperative Bologna prova a rispondere a questa domanda con l'incontro "Agenda 2030: sviluppo sostenibile, sviluppo possibile. Il futuro dell’impresa cooperativa" in programma lunedì 5 novembre, alle ore 16.30, presso il Palazzo della Cooperazione, in via Calzoni 1/3 a Bologna.

All’appuntamento, promosso dall’Organizzazione di rappresentanza cooperativa e moderato da Giuliano Nicolini, esperto di Management e Organizzazione d’impresa, parteciperanno Marco Lombardo, assessore a Lavoro, Attività Produttive e Cooperazione Internazionale del Comune di Bologna; Daniele Passini, presidente Confcooperative Bologna; Gianluca Bovini, demografo, ex dirigente al Comune di Bologna; Flavio Del Bono, professore di Economia Politica all’Università di Bologna; Maurizio Gardini, presidente nazionale di Confcooperative.

I relatori analizzeranno e approfondiranno gli spunti e le opportunità suggerite dall’Agenda messa a punto dall’ONU per portare il mondo sulla strada della sostenibilità e della maggiore resilienza, rispetto alla quale le cooperative vogliono essere in prima linea.

Un percorso senza dubbio ambizioso e impegnativo, basato sulla realizzazione di 17 obiettivi che sono strettamente collegati tra loro e bilanciano le tre dimensioni dello sviluppo sostenibile: economica, sociale e ambientale. Elementi, questi, che fanno parte da sempre del DNA delle imprese cooperative, impegnate quotidianamente a coniugare sviluppo e sostenibilità attraverso il lavoro, la mutualità ed il forte radicamento territoriale in un orizzonte internazionale e globale.

Iscrizioni online >>

(Fonte: BandieraGialla)

Lascia un commento