Antoniano e Alce Nero insieme per un Natale “Buono come il pane”

AntonianoBologna

Farine e ricette di famosi chef per un regalo solidale in favore della mensa francescana “Padre Ernesto” di Bologna e i suoi ospiti

In occasione del Natale e a conclusione di un anno senza precedenti, Antoniano e Alce Nero realizzano “Buono come il pane” – un prodotto semplice e di alto valore simbolico, un dono con una confezione regalo per sostenere chi vive in povertà ed emarginazione. 

Si tratta di un progetto in favore della mensa francescana “Padre Ernesto” di Bologna e i suoi ospiti, che con l’emergenza Covid-19 ha dovuto fronteggiare un importante aumento delle richieste di aiuto (+15%).
Le persone servite ogni giorno dalla mensa sono infatti passate dalle 130 prima dell’epidemia alle 150 attuali, con una crescita del 15% che testimonia quanto l’emergenza sanitaria stia avendo ripercussioni importanti sulle persone più in difficoltà.

Il dono solidale “Buono come il pane” è una speciale confezione regalo che include un pacco di farina di grano duro Cappelli biologica e dieci ricette per riscoprire il piacere di preparare il pane firmate dai celebri chef e pasticcieri Matteo Aloe, Giuseppe Boccuzzi, Matteo Calzolari, Gino Fabbri e Simone Salvini. Il cofanetto gastronomico è modo solidale di festeggiare il Natale riscoprendo la qualità del cibo fatto in casa e donando un pasto caldo a chi vive in povertà, soprattutto ora che l’emergenza sanitaria ha fatto aumentare le difficoltà.

Il regalo solidale può essere prenotato sia dalle aziende, come speciale dono benefico per i propri clienti, dipendenti e fornitori, sia dai singoli cittadini. In particolare, le aziende possono prenotare il cofanetto inviando una mail all’indirizzo impresasolidale@antoniano.it, mentre i singoli cittadini potranno richiedere il regalo solidale attraverso il sito internet >> di Alce Nero.

Tags: FIOPSD, Povertà e inclusione sociale, Bologna

Lascia un commento