Children: la mostra fotografica che celebra i diritti dei bambini

mostra children

Gli scatti di Erwitt, McCurry e Mitidieri, in mostra fino al 6 gennaio all'Auditorio Enzo Biagi della biblioteca Salaborsa a Bologna

Promossa da Legacoop Bologna e da Legacoopsociali, e curata da Monica Fantini e Fabio Lazzari con fotografie a cura di Biba Giacchetti, la mostra Children, aperta al pubblico fino al 6 gennaio all'Auditorium Enzo Biagi della biblioteca Salaborsa in Piazza Nettuno 3 a Bologna, celebra i 30 anni dalla Convenzione Onu sui diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, presentando per la prima volta insieme gli scatti di Elliott Erwitt, Steve McCurry e Dario Mitidieri. Lavori di tre autori profondamente diversi dal punto di vista espressivo, ma accomunati dalla volontà di testimoniare in prima persona la partecipazione emotiva alle vicende dei bambini che hanno incontrato negli angoli più remoti del mondo, dove il diritto primario all’esistenza e quelli irrinunciabili all’uguaglianza, alla giustizia, alla libertà e alla pace, vengono calpestati nel silenzio e nell’oblio.

“Il gioco e la negazione del gioco sono il tema della mostra, in cui le fotografie di Erwitt, McCurry e Mitidieri, in dialogo con la scenografia di Peter Bottazzi, ci conducono a riflettere sul primario diritto alla spensieratezza dei bambini e sul nostro dovere come adulti di garantire loro un ‘tempo buono’ in cui possano crescere uguali – dicono i curatori –. Una mostra che guarda l’universale della popolazione per riposizionarla proprio all’altezza dei più piccoli: ossia al futuro”.

Pensando alle condizioni delle bambine e dei bambini nelle aree più disagiate del mondo, ai loro diritti e ai nostri doveri, Children traccia un percorso che attraversa luoghi diversi e, facendolo, ci racconta come adulti e umanità non sempre degna di essere definita tale.

Per consultare gli orari e biglietti d'ingresso alla mostra: http://childrenbologna.it/info

Per informazioni:
info@childrenbologna.it
http://childrenbologna.it

Tags: Legacoop Sociali, Infanzia e giovani, Bologna

Lascia un commento