Contrasto alla povertà e recupero alimentare, il bando regionale per il Terzo settore

output_immagine

A disposizione 500mila euro per cibo, igiene, salute. Domande entro il 20 settembre

La Giunta regionale dell'Emilia-Romagna ha approvato un bando che prevede 500mila euro di contributi per finanziare i soggetti del Terzo settore impegnati in attività solidali di distribuzione di pasti pronti destinati alle persone in grave difficoltà economiche. L'iniziativa - online sul sito della Regione, fino al 20 settembre - oltre a rappresentare un aiuto concreto per famiglie e persone in grave povertà, intende sostenere il recupero e la distribuzione gratuita di beni alimentari e non, quali prodotti necessari all’igiene personale e della casa, farmaci e materiale scolastico.

Possono presentare domanda per il bando, entro e non oltre le ore 13 di martedì 20 settembre, le Fondazioni onlus, oppure le organizzazioni di volontariato e le associazioni di promozione sociale già iscritte, o che abbiano fatto richiesta di iscrizione, al Registro Unico Nazionale del Terzo settore.

È possibile partecipare all'avviso sia in forma singola sia in partenariato e nel secondo caso il soggetto capofila sarà il beneficiario del finanziamento regionale, responsabile della rendicontazione finale e dei rapporti con la Regione e con gli altri enti pubblici e privati coinvolti. Gli importi per ciascun progetto presentato possono variare dai 5mila fino ai 100mila euro.

Le domande complete della documentazione prevista devono essere trasmesse all'indirizzo: politichesociali@postacert.regione.emilia-romagna.it

Il bando >>

Tags: Terzo settore, Politiche sociali, Povertà e inclusione sociale, Emilia Romagna

Lascia un commento