Cooperazione internazionale: dalla Regione Emilia Romagna sostegno ai Paesi in via di sviluppo

cooperazione 2

Sono 101 i progetti umanitari realizzati da Terzo settore ed Enti locali, che riguardano scuola, sviluppo economico e sanità. Schlein: “Al lavoro con i Comuni del territorio"

Combattere povertà, mortalità e disuguaglianze nei Paesi in via di sviluppo, è questo l'impegno della Regione Emilia Romagna che, in linea con gli obiettivi previsti dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, tra il 2018 e il 2019 ha stanziato più di 2,4 milioni di euro per questa causa. Le risorse sono servite infatti a finanziare 61 progetti (altri 40 sono stati finanziati nel 2020) in campo sanitario, educativo, sociale, ambientale e dello sviluppo economico e rurale, realizzati da Organizzazioni non governative, soggetti del Terzo settore ed Enti locali del territorio emiliano-romagnolo. Le persone concretamente aiutate grazie a questi interventi sono state oltre 200mila, soprattutto donne e bambini.

Sono i dati che risultano dall'informativa sugli interventi sostenuti dalla Regione nel biennio 2018-2019 presentata all'Assemblea legislativa dello scorso mercoledì 3 febbraio dalla vicepresidente della Regione con delega alla Cooperazione internazionale allo sviluppo, Elly Schlein.

"Il nostro impegno - ha dichiarato la Schlein - è quello di continuare a investire nel futuro di chi ha più bisogno, attraverso la partecipazione di tutte le realtà del territorio e in stretta collaborazione con i partner in loco".

Per maggiori informazioni sui progetti in sostegno ai Paesi in via di sviluppo consultare la pagina della Regione Emilia Romagna >>

Tags: Cooperazione internazionale, Terzo settore, Politiche sociali, Emilia Romagna

Lascia un commento