Coronavirus, è emergenza nei centri residenziali per persone disabili e anziane

non_piu_scuse

L'appello di Anffas: “Sono bombe ad orologeria pronte a scoppiare”

"I centri residenziali sono delle vere e proprie bombe ad orologeria pronte a scoppiare, è una situazione a dir poco esplosiva che nessuno sta cercando di risolvere, lasciando così in balìa dell’emergenza sanitaria in corso le persone con disabilità, le famiglie e gli operatori": così Roberto Speziale, presidente nazionale Anffas, parla a nome e per conto delle decine di migliaia di persone con disabilità di famiglie e di operatori, della condizione in cui versano le persone e le famiglie nonché le strutture residenziali nelle quali in Italia vivono centinaia di migliaia di persone con disabilità e anziani non autosufficienti.

Tali strutture vanno equiparate, ai fini dell’emergenza “Coronavirus”, alle strutture sanitarie e vanno gestite con pari attenzione e modalità, fornendo loro, nell’immediato tutto l’aiuto di cui necessitano e priorità nella fornitura di dispositivi di sicurezza, materiale e personale.

L'appello di Anffas >>

Tags: ANFFAS, Non-autosufficienza, Territorio nazionale

Lascia un commento