Covid-19: dalla Regione un Protocollo per la consegna a domicilio di terapie farmacologiche o altri prodotti terapeutici

consegna-farmaci

Il protocollo coinvolge i Comuni, le ASL, le farmacie, i CSV, le associazioni del Terzo settore, la Croce Rossa e la Croce Blu

Per ridurre la necessità alle persone di spostarsi dal proprio domicilio per ritirare la terapia farmacologia e altri prodotti terapeutici, e per garantire la continuità della cura, la vicepresidente della Regione Emilia Romagna Elly Schlein e l'assessore alla Salute Raffaele Donini hanno individuato un Protocollo operativo per la consegna a domicilio del paziente. 

Il percorso è rivolto alle persone affette da patologie che richiedono controlli ricorrenti e alle persone fragili o anziane, che necessitano di cure farmacologiche e di altri prodotti terapeutici, ma che non possono o non riescono a uscire dal proprio domicilio per il ritiro. 

Il protocollo coinvolge i sindaci dei Comuni capo distretto, le ASL, le farmacie ospedaliere, i Centri servizi per il volontariato e le associazioni di volontariato disponibili, le associazioni delle farmacie convenzionate che hanno attivato anch'esse percorsi di consegna domiciliare, la Croce Rossa e la Croce Blu per quanto attiene alle consegne alle persone in quarantena o Covid-19 positive. 

In allegato il Protocollo.

Scarica allegati

Tags: Associazionismo, Volontariato, Non-autosufficienza, Politiche sociali, Sanità e salute, Emilia Romagna

Lascia un commento