Dal 5 al 13 maggio torna a Bologna lo Human Rights Nights Festival

human

Torna a Bologna dal 5 al 13 maggio lo Human Rights Nights Festival, il  festival dedicato alla cooperazione internazionale che vede tra i promotori organizzazioni umanitarie e Ong . Il tema dell'edizione 2018 è "Dis-integrazione” e si svilupperà approfondendo tematiche come guerre, cambiamento climatico, razzismi, resistenze e movimenti sociali, rifugiati e migrazioni. Sono in programma oltre 30 film sui diritti umani, quasi tutte anteprime di documentari e fiction, accompagnate da incontri con registi, produttori, attivisti e ONG.

Il Festival sarà inaugurato sabato 5 maggio all'Auditorium del MAST, con la proiezione del film Untitled, opera postuma che raccoglie le ultime immersioni visuali di Michael Glawogger nel mondo, tra Italia, Balcani e Africa, seguito da uno sguardo sulle condizioni disumane di lavoro in Cina - Complicit - e nel Qatar - The Workers Cup.

Al Cinema Lumière invece, il Festival si aprirà il 9 maggio con The Rape of Recy Taylor di Nancy Bruiski, prodotto da Martin Scorsese. Il ricco programma di cinema esplorando le diverse sfaccettature della "dis-integrazione" della nostra società, con pellicole come Naila and the Uprising sulla Palestina, Whose Streets? sul movimento Black Lives Matters, Face to Face with ISIS sui conflitti in Medio Oriente e Violent Borders sulla migrazione.

A fare da cornice al Festival ci saranno concerti e installazioni di arte e fotografia da Bologna e dal mondo, in vari luoghi della città. Le mostre fotografiche di quest’anno narrano le esperienze di migranti e rifugiati in Europa e nel mondo, come Sguardi Complici su Calais di Mattia Fiore, i ritratti HIPO dei rappers di Salerno di Gaetano Massa, le Images beyond of Naf River Basin sulle comunità Rohingya rifugiata in Bangladesh, raccolte da Lokoyog e Film 4 Peace Foundation.

Scarica il programma integrale del Festival>>

Per maggiori informazioni:www.humanrightsnights.org

(Fonte: BandieraGialla)

Gallery

Tags: COONGER, Cooperazione internazionale, Bologna

Lascia un commento