Il futuro è longevo: esperienze di invecchiamento attivo in Italia e in Europa

buona_longevita

Lunedì 9 dicembre Auser Emilia Romagna promuove un incontro sulla longevità. Tra i relatori Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna

"Avere ottant’anni sarà normale come averne trenta o cinquantasei" scrive Lidia Ravera nella prefazione del libro “2032: idee per la longevità”, curato da Auser Emilia Romagna: l’idea fondo del testo è che il futuro, per gli anziani del domani, sarà ancora pieno di vitalità.

Sull’invecchiamento attivo in Italia e in Europa è stata commissionata, sempre da Auser, una ricerca sul campo, i cui risultati verranno presentati lunedì 9 dicembre, alle ore 9.30, presso l’Aula Magna della Regione Emilia Romagna, in viale Aldo Moro 30, a Bologna. 

Il futuro è longevo, esperienze di invecchiamento attivo in Italia e in Europa”: questo il nome dell’evento cui prenderanno parte, con i loro interventi, Stefano Bonaccini, presidente della Regione Emilia-Romagna, Bruno Pizzica, segretario generale di SPI Emilia-Romagna, la parlamentare europea Elisabetta Gualmini, l’economista Silvia Giannini, Francesco Martinelli, della Rete degli Studenti Universitari e infine Luigi Giove, segretario generale della Cgil Emilia-Romagna.

A presiedere sarà Magda Babini di Auser Emilia Romagna e presenterà invece Assunta Ingenito, di Ires Emilia Romagna.

Scarica la locandina dell’evento >>

Tags: AUSER, Anziani, Bologna

Lascia un commento