Terzo settore, infanzia, disabilità e non autosufficienza nel PNRR

draghi

Lunedì 26 aprile il Presidente del Consiglio ha presentato al Parlamento il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Ecco alcuni punti a cura di Vita.it

Il sito Vita.it, lo storico giornale sui temi del welfare e del sociale, dedica un ampio approfondimento al nuovo Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza presentato al Parlamento lunedì 26 aprile 2021.

Il Piano è articolato in progetti di investimento e riforme, organizzate in sei Missioni, con obiettivi quantitativi e traguardi intermedi. Le sei Missioni sono:

  • Digitalizzazione, Innovazione, Competitività e Cultura;
  • Rivoluzione Verde e Transizione Ecologica;
  • Infrastrutture per una mobilità sostenibile;
  • Istruzione e Ricerca;
  • Politiche attive del lavoro e della formazione, all’inclusione sociale e alla coesione territoriale;
  • Salute.

Il posto del Terzo settore è esplicitato nella Missione 5, quella riguardante “Inclusione e coesione”. I fondi destinati a questi obiettivi superano nel complesso i 22 miliardi, più ulteriori 7,3 miliardi di interventi beneficeranno delle risorse di REACT-EU. In arrivo anche una riforma della disabilità e una per la non autosufficienza.

Leggi l'accurato approfondimento di Vita.it >>

Tags: Terzo settore, Non-autosufficienza, Disabilità, Politiche sociali, Territorio nazionale

Lascia un commento