WeWorld Festival: una XI edizione per scardinare gli stereotipi

weworld 2

Tre giorni di talk, dibattiti, performance e mostre ad accesso libero e gratuito, che si svolgeranno in presenza e online dal 21 al 23 maggio

Anche quest'anno torna il WeWorld Festival, la rassegna promossa dall'organizzazione italiana indipendente WeWorld, giunta oramai all'11esima edizione, che si svolgerà con una doppia veste: in presenza, presso lo spazio BASE di Milano e online sulla pagina Facebook di WeWorld, dal 21 al 23 maggio.

Nei tre giorni di festival sono in programma anteprime fotografiche, performance teatrali, incontri, film, workshop, tutti ad accesso libero e gratuito, per riflettere su empowerment, diritti e condizione femminile. Si tratta di tematiche sempre più rilevanti nell’Italia di oggi - con le donne prime vittime economiche e sociali della pandemia - che verranno affrontate attraverso l'analisi degli stereotipi, di genere ma non solo, antichi e nuovi, che costituiscono ancora il fondamento della mancata inclusione di molte donne nella vita sociale, politica, economica e culturale del nostro Paese.

Protagonisti di questa edizione del Festival saranno: la star del fumetto Fumettibrutti (Josephine Yole Signorelli), la disability right advocate Sofia Righetti, le giornaliste Jennifer Guerra, Floriana Bulfon, Cristina Sivieri Tagliabue e Emanuela Zuccalà. Ma anche le photo editor Manila Camarini e Renata Ferri, le fotografe Francesca Volpi e Arianna Arcara, le scrittrici Antonella Lattanzi, Elvira Serra, Viola Di Grado, lo scrittore Gianluca Nativo e l’autrice Marina Di Guardo. Spazio anche all’imprenditrice digitale e attivista Veronica @spora Benini, all’attrice Vittoria Schisano e all’attore Alberto Malanchino, nonché alla campionessa olimpica Elisa di Francisca, alla sportiva Sara Ventura, all’attivista Carlotta Vagnoli, alle scrittrici e curatrici del progetto “Musa e Getta” Arianna Ninchi e Silvia Siravo. Parteciperanno infine le giornaliste e autrici Daniela Simonetti e Tiziana Ferrario, le blogger di “Mammadimerda” Sara Malnerich e Francesca Fiore, l’antropologa Benedetta Barzini, la psicologa Elena Giulia Montorsi e la filosofa Maura Gancitano di Tlon.

A causa delle restrizioni per il Covid-19 i posti in sala saranno limitati, quindi è necessario prenotare la propria presenza agli eventi e disdire la riserva in caso di impossibilità a presentarsi. Le prenotazioni saranno valide fino a 15 minuti prima dell'inizio dell'incontro, dopo di che sarà data la priorità alla lista d'attesa in loco.

Il programma della XI edizione del WeWorld Festival >>

Tags: COONGER, Cultura, Territorio nazionale

Lascia un commento