Emilia Romagna: c'è ancora tempo per accedere al credito agevolato e garantito dal bando della Regione a favore degli Enti del Terzo Settore e dello Sport

clock-g2c6dd56d8_640

A gestire il Fondo di € 2,5 milioni destinato ad abbattere i costi dell'accesso al credito delle associazioni interessate dall'iniziativa è Cooperfidi Italia

È ancora possibile, fino al 31 dicembre di quest'anno, accedere al credito agevolato e garantito dal Bando a favore degli Enti del Terzo Settore e dello Sport penalizzati dalla pandemia, promosso dalla Regione Emilia-Romagna. La Giunta regionale aveva infatti già prorogato, lo scorso 28 giugno, il termine di presentazione delle domande, ampliando anche, in base alle richieste provenienti dal mondo del Terzo settore, la base dei beneficiari aventi titolo per partecipare all'avviso. A gestire il Fondo di € 2,5 milioni destinato ad abbattere i costi dell'accesso al credito delle associazioni interessate dall'iniziativa è Cooperfidi Italia.

È una grande opportunità, in particolare perché i segnali per il prossimo anno indicano che sarà più difficile l’accesso al credito senza le garanzie previste nel periodo Covid e il bando della Regione prevede questa possibilità sia per investimenti che per semplice liquidità.

Le realtà che possono partecipare del bando sono: le APS e ODV iscritte nei registri di cui alle Leggi Regionali n. 34/2002 e n. 12/2005; le Associazioni e Società sportive dilettantistiche; gli Enti religiosi civilmente riconosciuti che svolgono attività di interesse generale ai sensi dell’articolo 5 del decreto legislativo n. 117 del 2017, operanti in Emilia-Romagna e le ONLUS, anch'esse con sede in Regione, iscritte all’anagrafe delle Organizzazioni non lucrative di utilità sociale (ONLUS) istituito ai sensi dell’art. 11 del D.lgs. n. 460/1997 presso l’Agenzia delle Entrate.

Tutti questi soggetti potranno sopperire alle difficoltà nell'incassare i propri crediti e nel sostenere i costi fissi (riguardanti ad esempio sedi, ammortamenti, leasing, utenze) derivanti dall'interruzione delle entrate ordinarie, sospese a causa del Covid, accedendo a finanziamenti che potranno avere l’importo massimo agevolato di € 200.000. Gli aiuti saranno garantiti come minimo all’80% da Cooperfidi Italia e restituibili sotto forma di mutuo chirografario fino a un massimo di 120 mesi di pre-ammortamento (periodo in cui l’organizzazione sociale dovrà restituire solo gli interessi e non la quota di capitale). Il contributo a favore del beneficiario per l’abbattimento dei costi sarà – al massimo – di 20.000 euro e servirà ad abbattere i costi delle garanzie e degli interessi. Il rimborso totale o parziale del TAEG fino a un massimo del 6,50% nel caso di assenza della riassicurazione al Fondo Centrale di Garanzia, al 5,50% nel caso di riassicurazione del Fondo Centrale di Garanzia.

Per tutte le informazioni accedere a: https://cooperfidiitalia.it/news/cooperfidi-italia-gestore-del-fondo-di-25-milioni-di-euro-della-regione-emilia-romagna-a-favore-delle-realta-del-terzo-settore-e-dello-sport/#

In allegato la scheda Cooperfidi.

Scarica allegati

Tags: Terzo settore, Politiche sociali, Sport per tutti, Emilia Romagna

Lascia un commento