Servizio Civile. A Reggio Emilia un fondo da 250mila euro

serviziocivile

Parte a Reggio Emilia un progetto di Forum e Caritas mirato ad implementare e promuovere il Servizio Civile

Un servizio civile volontario che diventi per i giovani anche un'opportunità di formazione professionale e di ingresso nel mondo del lavoro. Sta in questo obiettivo la scommessa su cui si basa il progetto pilota nato a Reggio Emilia per iniziativa del Forum Terzo settore Provinciale e della Caritas, con lo scopo di potenziare il servizio civile volontario a Reggio. "Il progetto - hanno spiegato Riccardo Faietti del Forum del Terzo Settore e Giammarco Marzocchini della Caritas - parte da un dato: al termine del servizio della durata di dodici mesi circa il 50% dei volontari trova lavoro negli enti e nelle associazioni con cui ha collaborato". Per ora il fondo - 250 mila euro - è stato costituito con i 100mila euro messi a disposizione dalla Fondazione Manodori, i 50mila dalla Camera di commercio e i 30mila dalla Regione, mentre per la parte restante, c'è l'impegno confermato anche da parte della presidente della Provincia Sonia Masini e del Comune di Reggio Emilia, presente con il neo sindaco Luca Vecchi, alla sua prima conferenza stampa ufficiale.

Il programma prevede un compenso mensile di 430 euro a fronte di un impegno lavorativo di 25 - 30 ore settimanali.
Le risorse del fondo provinciale consentiranno, di passare dagli 84 volontari attivi nel 2013 a 170 giovani dai 18 ai 28 anni che da ottobre 2014 saranno a disposizione di Enti, associazioni di volontariato, cooperative sociali, pubbliche assistenze, ospedali.

I giovani saranno selezionati direttamente dai singoli enti e associazioni che hanno presentato specifici progetti sulla base del bando pubblico che uscirà entro il mese di giugno. Poi occorreranno tre mesi per presentare e valutare i progetti e a ottobre i giovani selezionati inizieranno a prestare la loro attività nei diversi campi: dall'assistenza, alla cultura, all’ambiente e al sociale.
Già lo scorso anno a Reggio le richieste di prestare attività nel servizio civile sono state 600, a fronte di soli 84 posti disponibili e per questo il fondo resterà aperto alla contribuzione di aziende private che potrebbero in tal modo far aumentare il numero dei giovani selezionati.

Fonte: Gazzetta di Reggio

Province: Forum Provinciale di Reggio Emilia

Tags: Servizio civile, Reggio Emilia

Lascia un commento